Questo sito utilizza cookies di profilazione, proprie e di terze parti per fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accettate le cookies qui menzionate.

  • 1

Pubblichiamo qui il link a un'interessante dossier pubblicato sul sito de Il Sole 24 Ore - Impresa e Territori che affronta diverse tematiche collegate al tema dei PFAS in Italia. 

PFAS, VENETO, MITENI E SITUAZIONE NEL MONDO

Riprendiamo dal testo del servizio: "non si sa ancora se e quanto sono pericolosi questi composti, per i quali non ci sono vincoli o limiti tranne in Italia e in pochissimi altri Paesi. L’assenza di conoscenze e di regole per gestire l’eventuale rischio ha fatto sì che gli Pfas siano stati dispersi nei decenni scorsi in modalità che allora erano del tutto legali, e che nel resto del mondo il fenomeno continui senza alcun controllo".

Relativamente al Veneto invece si legge: "negli anni questi composti sono filtrati anche negli acquedotti del Veneto centrale, soprattutto nelle province di Padova e Vicenza, perché il principale produttore europeo di Pfas si trova da mezzo secolo a Trìssino, in provincia di Vicenza e, ritenuti da sempre innocui, nel mondo non sono mai stati né normati né controllati tranne che in pochissimi Paesi". E ancora: "Miteni, ha già avviato da anni un’intensa opera di decontaminazione, ormai quasi del tutto completata".

IN QUALI OGGETTI CI SONO I PFAS?

Interessante è anche valutare quanto i Pfas siano presenti in tantissimi oggetti di uso comune; citiamo dal dossier quanto segue:

"Gli Pfas sono composti chimici del fluoro la cui caratteristica pregiata è l’assoluta inerzia chimica: non reagiscono con nulla, non s’incollano e non aderiscono, non bruciano, non fanno attaccare i grassi ma nemmeno l’acqua, non sono sensibili agli acidi, non si degradano; se ingeriti non sono metabolizzati né digeriti. Per questo motivo i composti perfluoroalchilici Pfas sono usati come antiaderenti sulle padelle, antimacchia su tessuti, moquette e divani, impermeabilizzanti su pellami e giacconi. Sono l’ingrediente che rende ideali le carte forno, i bigliettini attacca-stacca per appunti, le carte oleate dei salumieri. Si usano come composto antifiamma".

Per visionare il dossier de Il Sole 24 Ore - Impresa e Territori cliccare qui.

 

Qui si elencano gli argomenti affrontati.

- Gli Pfas per antimacchia e impermeabili: i luoghi contaminati e i rischi

Emerge un misterioso inquinamento nel fiume Serio. Oltre al Veneto centrale i composti chimici antiaderenti sono presenti in Lombardia, Piemonte, Toscana. Tassi “fisiologici” di Pfas nel Tevere.

- L’acqua del Veneto contaminata da composti chimici Pfas. Nuovi controlli sugli abitanti

Tutte le informazioni sull’inquinamento. Al via gli esami di secondo livello per 85mila abitanti delle province di Vicenza, Padova e Verona. Tutte le zone d’Italia dove è stata riscontrata presenza di sostanze fluorurate.

- Pfas / Chimica
Che cosa sono gli Pfas e che caratteristiche hanno.

- Pfas / Industria e consumatori
Chi produce, dove si trovano e chi usa Pfas.

- Pfas / Salute
Eventuali rischi e come si comportano gli Pfas nell’organismo umano.

- Pfas / Inquinamento
In quali aree del Paese è più alta la presenza di Pfas.

- Pfas / Veneto
La regione più contaminata: dove e perché ci sono gli Pfas.

-Pfas / Acquedotti
Dove sono quelli contaminati, il disinquinamento.

-Pfas / Trissino
Il luogo d’origine della contaminazione e gli interventi per ridurre la fonte dell’inquinamento.

-Pfas / Piemonte
Il caso di Spinetta Marengo.

-Pfas / Leggi
I limiti e le normative. Il caso del Veneto.

 

.