Questo sito utilizza cookies di profilazione, proprie e di terze parti per fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accettate le cookies qui menzionate.

  • 1

Antonio Nardone Miteni risponde a Il Mattino di PadovaAntonio Nardone Miteni risponde a Il Mattino di Padova

Antonio Nardone, A.D. di Miteni, ha rilasciato un'intervista chiarificatrice a Il Mattino di Padova, rispondendo a quanto affermato di recente dai due consiglieri M5S Jacopo Berti e Manuel Brusco che hanno proposto alla Regione Veneto di applicare la direttiva votata in Consiglio regionale che sollecita la chiusura della fabbrica chimica. 

 «Miteni non è una fonte d’inquinamento ma sta depurando la falda sottostante lo stabilimento, chi ferma l’azienda blocca la bonifica». Spiega Nardone «I dati sono chiari, li ha diffusi la commissione regionale sui Pfas e li ha ribaditi il ministro Galletti nell’audizione in commissione parlamentare. Miteni ha intercettato oltre il 99% della falda e sta depurando l’inquinamento storico, con le barriere sulla falda e la bonifica completa», spiega Nardone. 
 
L'articolo pubblicato risponde con chiarezza ad alcune domande poste a Miteni relative ai seguenti punti :
 
1) messa in sicurezza dell'area
2) la bonifica del terreno e alla questione del riconoscimento di malattia professionale per i lavoratori della fabbrica
3)fake news sulla correlazione Pfas e tumori.
 
Qui il link all'articolo pubblicato sul sito de Il Mattino di Padova il 14 novembre e sul cartaceo il 13.