Questo sito utilizza cookies di profilazione, proprie e di terze parti per fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accettate le cookies qui menzionate.

  • 1

PFAS e salute


Sin dal 1996 Miteni collabora con Enti internazionali di studio per l’analisi e la ricerca sui PFOS/PFOA.

I Pfos e Il Pfoa nella classificazione dell’Agenzia Internazionale per la ricerca su cancro (IARC organizzazione che fa capo all’ OMS Organizzazione Mondiale della Sanità) vengono inseriti nel gruppo 2B che racchiude tutti gli elementi definiti possibili carcinogeni. Per avere un’idea della pericolosità attribuita a queste molecole, si consideri ad esempio che le carni rosse lavorate sono inserite dalla stessa agenzia in un livello di rischio superiore, il 2A, insieme alla caffeina. Il gruppo 2B di questo Pfas è lo stesso in cui sono classificate le onde radio dei cellulari che usiamo tutti i giorni. (Link di approfondimento)

Per tutti gli altri Pfas non vi è nemmeno una classificazione di rischio.

Sempre per l’IARC, l’elemento determinante per avere un effetto sull’organismo è la quantità che viene assunta. Per esempio nel caso dei Pfoa e Pfos gli operatori dei servizi per la sicurezza alimentare del ULSS 5 stimano che per superare la dose giornaliera accettabile (TDI Tollerabile daily intake) occorrerebbe assumere 1,5 kg di fegato di bovino o 10 kg di insalata al giorno.


Per approfondire:

Airc classificazione dei cancerogeni 

Thirty Years of Medical Surveillance in Perfluooctanoic Acid Production Workers - Giuseppe Costa, Samantha Sartori, Dario Consonni

Elementi di gestione dei rischi correlati a composti perfluorurati in acque a consumo umano in Italia - Laura Achene, Luca Valentini, Valentina Fuscoletti

I principali risultati del progetto europeo Perfood: esposizione a PFAS dei consumatori italiani - Gianfranco Barambilla

Tossicità a valori guida delle sostanze perfluoroalchiliche: stato dell’arte - Riccardo Crebelli

Articolo sul notiziario dell’Istituto superiore di sanità "La valutazIone dell’esposizIone umana a sostanze perfluoroalchiliche in Italia” 

I dati ufficiali sull’emivita e la tossicità dei Pfas in un documento dell’istituto superiore di sanità

Studio internazionale che documenta la non cancerogenicità di Pfos e Pfoa pubblicato su Critical review in toxicology

La delibera della giunta regonale del Veneto del 17 maggio 2016 per lo studio epidemiologico sui Pfas